Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Ritrovato impiccato in un bosco l'assicuratore Guidi

Condividi su:

È stato ritrovato impiccato ad un albero l'assicuratore lucchese Federico Guidi.

Ad individuarne il corpo esanime gli uomini del Soccorso Alpino intervenuti questa mattina, venerdì 26 settembre, in un bosco nei pressi di Fibbiano.

Guidi lavorava presso la Reale Mutua situata in Viale Castruccio Castracani.
Lo stesso Alessandro Pfanner, direttore della filiale, ne aveva comunicato la scomparsa ai Carabinieri l'11 settembre scorso.

Aveva infatti più volte provato a contattare il Guidi, nonostante questi fosse in ferie, ma il suo cellulare, solitamente acceso ad ogni ora del giorno per essere reperibile ovunque, era sempre spento o irraggiungibile.

Tuttavia Pfanner era a conoscenza di un imminente torneo di golf, in programma per il 14 settembre a Vinci, al quale Federico Guidi avrebbe sicuramente partecipato. E in effetti, così è stato: il visionamento di alcune foto della giornata di sport hanno permesso di individuarlo tra i giocatori.
La vicenda era stata così "accantonata" temporaneamente pensando che il suo cellulare fosse spento solo perché non gradiva essere disturbato durante il suo periodo di vacanza.

Il 22 settembre, però, i sospetti sono tornati più forti che mai. 
In quella data, infatti, Guidi sarebbe dovuto rientrare a lavoro. Per scrupolo, gli uomini dell'Arma dei Carabinieri, hanno chiamato la filiale Reale Mutua di Castruccio Castracani per avere conferma che l'assicuratore scomparso fosse o meno tornato alla sua scrivania. 
Ma del Guidi, ancora nessuna traccia.

Si è quindi riattivato il protocollo di ricerca coordinato dalla Prefettura di Lucca.

Parallelamente, un contadino dei monti di Camaiore ha segnalato ai Vigili la presenza di un'automobile ferma in una piazzola nei pressi di Fibbiano da almeno una decina di giorni.
Ulteriori accertamenti hanno permesso di individuare il proprietario: un amico dell'assicuratore 53enne. Questi ha poi confermato di aver effettivamente prestato la macchina a Guidi.

Visto il decorso della vicenda, i Carabinieri hanno subito avviato le ricerche con l'ausilio dei cani molecolari del Centro Cinofili di Firenze nelle zone limitrofe a dove era stato rinvenuto il mezzo in sosta, ma l'operazione è stata presto interrotta a causa del maltempo.
Questa mattina uomini dell'Arma e del Soccorso Alpino sono tornati sul posto e, una volta addentrati in un bosco della zona, hanno individuato il corpo impiccato di Guidi.

Il 53enne conduceva un buon tenore di vita, aveva molti amici, un buon lavoro ed una grande passione per il golf. Sono quindi in corso ulteriori indagini per capire quali siano le ragioni che possono averlo spinto ad un tale disperato gesto.
Secondo primi accertamenti, i Carabinieri suppongono che l'assicuratore, visto per l'ultima volta il 14 settembre in occasione del torneo, si sia tolto la vita il giorno immediatamente successivo.

Condividi su:

Seguici su Facebook